«Fui rettore nel terribile periodo della guerra mondiale, quando la gioventù italiana era chiamata alla difesa della Patria. Anche dal nostro Collegio, ad intervalli, i nostri giovani partivano e noi li vedevamo pieni di ardore e di entusiasmo accorrere alla voce della Patria minacciata dallo straniero. Giungevano di tanto in tanto le notizie dei convittori ed ex convittori caduti eroicamente sul campo. (...) Onore ai prodi che, educati nel glorioso Collegio Gallio, caddero per la grandezza della Patria.»

(P. Francesco Salvatore, Giornalino del Collegio, VII Cinquantenario di Fondazione, 1933, p. 50)
 

Vai al dettaglio Gli anni dal1904 al 1915
Nel settembre 1905 il rettore p. Pietro Pacifici venne nominato p. generale dei Padri Somaschi e avrebbe potuto fermarsi a Roma ma preferì ritornare al suo Collegio a Como. Vai al dettaglio
Vai al dettaglio La prima guerra mondiale
Oltre ai giovani furono chiamati alle armi anche i professori. Ci fu quindi la necessità di provvedere alla supplenza degli insegnanti... Vai al dettaglio
Vai al dettaglio Il primo dopoguerra
Nel 1925 il Collegio fu rallegrato da un avvenimento, che date le sue circostanze, si può definire veramente straordinario: l'erezione del monumento ai Caduti, inaugurato il 10 maggio, alla presenza di sua Altezza Reale Adalberto di Savoia... Vai al dettaglio
 
Salva Segnala Stampa Esci Home